Curatore di mostre

Il corso punta a fornire ai nuovi aspiranti Curatori di mostre tutti gli strumenti necessari per concretizzare una vera e propria passione fornendo una formazione specialistica che permetterà all'allievo di poter lavorare come free lance oppure cercare collaborazioni presso musei, gallerie d’arte e società di servizi espositivi, pinacoteche, centri di documentazione, studi di architettura, associazioni e fondazioni culturali e di arte contemporanea, istituti pubblici, privati e del terzo settore che si occupano della valorizzazione e della tutela dei beni storico artistici.

PROGRAMMA DELLE LEZIONI

INIZIO:
01/12/2017
DURATA:
venerdì, sabato e domenica con orario 10.00 - 18.00
ID:
CFE202
PRICE
 800,00

DOCENTI:

Indirizzo

Via Boezio, 6 - 00193 Roma (Metro A, fermata Lepanto)

1, 2 e 3 dicembre 2017 – orario 10.00 / 18.00

Curatore di mostre

il valore aggiunto di un evento espositivo di successo

Il Curatore di mostre è un professionista che si occupa di tutti gli aspetti legati all’ideazione e organizzazione di esposizioni artistiche, mostre ed allestimenti temporanei, dal classico al contemporaneo.

Svolge il ruolo di ideatore e coordinatore, definisce i contenuti della mostra, sceglie le opere da esporre, come e quando esporle e la location in cui si svolgerà l’evento, coordina le operazioni tecniche di trasporto e montaggio e di tutte le fasi burocratiche e amministrative. Si occupa inoltre di scrivere il catalogo e la brochure, di predisporre il budget per la realizzazione dell’evento e di fund raising, il reperimento di fonti di finanziamento. Inoltre si occupa della progettazione del piano di comunicazione e della promozione dell’evento.

Il corso punta a fornire ai nuovi aspiranti Curatori di mostre tutti gli strumenti pratici necessari per concretizzare una vera e propria passione fornendo una formazione specialistica che permetterà di poter lavorare come free lance oppure cercare collaborazioni presso musei, gallerie d’arte e società di servizi espositivi, pinacoteche, centri di documentazione, studi di architettura, associazioni e fondazioni culturali e di arte contemporanea, istituti pubblici, privati e del terzo settore che si occupano della valorizzazione e della tutela dei beni storico artistici.

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono apprendere la pratica metodologica della professione, a chi ha già conoscenze tecniche organizzative generali, ad esperti del settore dell’arte e della cultura tra i quali anche direttori di musei, proprietari di gallerie d’arte, presidenti o collaboratori in associazioni, enti e fondazioni e a tutti coloro che hanno esperienza lavorativa nel settore dell’arte. Grazie alla sua struttura con forte orientamento alla pratica può essere comunque frequentato anche da chi si avvicina per la prima volta al settore dell’organizzazione dell’arte o dell’organizzazione in genere.

L’Attestato di partecipazione verrà rilasciato a fine corso a chi avrà frequentato almeno l’80% delle ore in aula.

Stage garantito a fine corso

A fine corso, per tutti gli allievi sarà possibile vivere l’esperienza di uno stage in una azienda di settore, della durata di almeno un mese. Lo stage sarà personalizzato più possibile sulle esigenze dell’allievo, compatibilmente con le disponibilità dell’azienda ospitante. L’allievo potrà, infatti, indicare al tutor di Accademia degli Eventi, in quale zona di Italia preferisce svolgere lo stage, se nella propria provincia di residenza, o di domicilio o altra provincia. L’allievo potrà anche indicare le proprie disponibilità orarie per lo svolgimento dello stage. Il tutor provvederà alla selezione dell’azienda ospitante che meglio risponda alle esigenze dell’allievo e che consenta la reale applicazione pratica sul campo di quanto appreso in aula durante il corso.
Il programma formativo offre un’opportunità concreta a chi opera o a chi intende operare nel settore dell’organizzazione di eventi espositivi ed artistici. Il corso punta a formare una figura professionale multitasking, capace di ideare e pianificare tutte le fasi necessarie alla realizzazione di un evento espositivo, padrone nelle metodiche specifiche, caratteristiche gestionali e politiche attuate nei musei e nei luoghi classici dell’arte.
Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono apprendere la pratica metodologica della professione, a chi ha già conoscenze tecniche organizzative generali, ad esperti del settore dell’arte e della cultura tra i quali anche direttori di musei, proprietari di gallerie d’arte, presidenti o collaboratori in associazioni, enti e fondazioni e a tutti coloro che hanno esperienza lavorativa nel settore dell’arte. Grazie alla sua struttura con forte orientamento alla pratica può essere comunque frequentato anche da chi si avvicina per la prima volta al settore dell’organizzazione dell’arte o dell’organizzazione in genere.
Per la partecipazione al corso non si richiede il possesso di requisiti particolari.
Il corso risulta molto utile per apprendere la pratica dell’organizzazione del settore dell’arte anche per chi possiede una laurea (breve o magistrale) in architettura, discipline umanistiche, artistiche o conservazione dei beni culturali. Rappresentano qualità funzionali allo svolgimento del ruolo professionale la creatività, l’autonomia decisionale e l’attitudine organizzativa, oltre che volontà e determinazione.
La figura del Curatore di mostre è in grado di svolgere funzioni pratiche di progettazione come professionista free lance oppure all’interno di istituzioni come musei, gallerie d’arte pubbliche o private, fondazioni, soprintendenze, case editrici e biblioteche specializzate, enti locali, redazioni di riviste, enti pubblici e amministrazioni locali nei settori culturali e educativi, agenzie di servizi e promozione culturale, istituti pubblici, privati e del terzo settore che si occupano della valorizzazione e della tutela dei beni storico artistici, centri di documentazione.
Gli argomenti trattati forniranno alcune nozioni generali  introduttive ma soprattutto, forniranno le competenze tecniche – pratiche necessarie in merito alla prassi organizzativa del settore culturale e dell’arte.
La continua alternanza tra lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche consentiranno di apprendere più efficacemente il metodo organizzativo.

I commenti sono chiusi.